Carlo Melloni

L’accostamento a Moore non è casuale perché è evidente che Giuliani conosce le sculture del maestro inglese, così come non ignora certe opere di Fontana, Leoncillo e Marino, tanto per fare i nomi di una tradizione scultorea nostrana: reminiscenze piuttosto insistite, e si capisce nelle sculture meno recenti di Giuliani sulle quali egli stesso, del resto, è incline a stendere un velo d’oblio, quasi fossero peccati... di infanzia.

Segnaliamo ai lettori che durante il periodo natalizio, nella chiesa rupestre Madonna delle virtù di Matera, nella zona vecchia dei Sassi, da dicembre 2004 a gennaio 2005, lo scultore di Ascoli Piceno, Giuliano Giuliani, ha esposto un suo imponente lavoro in travertino, Presepe, su invito del critico d’arte Giuseppe Appella di Roma. Nella stessa città, ha presentato anche lavori in carta, disegni e tecniche miste al Circolo La Scaletta. Ho incontrato Giuliani prima e dopo la mostra.

Pietro Marcolini Assessore ai Beni e alle Attività Culturali Regione Marche

Vittorio Sgarbi Curatore Padiglione Italia Biennale di Venezia

Inaugurazione della 54a Esposizione Internazionale d'arte della Biennale di Venezia, promossa dal padiglione Italia per la Regione Marche

Urbino Orto dell'Abbondanza  martedi 28 giugno 2011 ore 17.30

Esposizione 29 giugno 2011 - 27 Novembre 2011